17 nuove bandiera Lilla in Italia

17 nuove bandiera Lilla in Italia

Sono 17 i comuni che sono stati premiati il 20 aprile, durante la scorsa edizione di Expo Sanità a Bologna, con la Bandiera Lilla. Per questa edizione le regioni interessate state sono 7: Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Toscana, Emilia Romagna e Sicilia.

Il progetto “Bandiera Lilla”, nato nel 2012 in Liguria come progetto pilota, ha l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quei Comuni che prestano una particolare attenzione a questo target turistico. Il riconoscimento impegna i comuni a migliorare costantemente il loro livello di accessibilità. 

Sul sito ufficiale www.bandieralilla.it è presente una sezione con indicazioni di buone pratiche messe in atto dai vari comuni. Lo scopo di questa pagina è quello di sfatare falsi miti legati alla disabilità e all’accessibilità, idee che sono ormai “credenze” popolari e che inficiano spesso il buon esito di pratiche di inclusione.

I comuni premiati per il biennio 2018/2019 con la Bandiera Lilla
Per il biennio 2018/2019 i comuni premiati sono stati: Albisola Superiore, Albissola Marina, Auronzo di Cadore, Avola, Baveno, Castiglione della Pescaia, Diano Marina, Finale Ligure, Fontanellato, Levanto, Pietra Ligure, Santa Margherita Ligure, San Vincenzo, Sirmione, Spotorno, Verbania e Vicopisano.

Questi comuni hanno capito che l’accessibilità è uno strumento in grado di coniugare il sostegno e la promozione sociale con il marketing turistico operando sia una funzione sociale sia di rilancio dell’economia. Questi comuni si sono adoperati per migliorare la propria struttura cercando di adeguarla e renderla migliore per tutti, non solo per i disabili.

Per i comuni che sono interessati sul sito della Bandiera Lilla c’è anche una sezione dedicata ai finanziamenti che le varie regioni hanno aperto per chi, comuni o strutture private, decide di migliorare verso un turismo inclusivo.
Le prossime bandiere lilla verranno assegnate nel 2020, c’è tempo per i tanti comuni italiani di organizzarsi e candidarsi a ricevere questo prezioso riconoscimento.